Fisicamente

di Roberto Renzetti

Peculiarità del metodo di Boltzmann, che abbiamo ora visto, è l’individualità delle singole molecole.      In realtà, due molecole, se possiedono la medesima energia, sono assolutamente  indistinguibili.      Quest’ultimo concetto, che può ora sembrare banale, è alla base dell’evoluzione della statistica classica di Boltzmann nelle statistiche quantistiche.      Nel 1924 Einstein, già premio Nobel (1921) per la sua teoria sull’effetto fotoelettrico …

Continua a leggere

Ciò che si può ricavare da quanto detto è che  se si ha un sistema (isolato) in esso avvengono solo quelle trasformazioni che lo portano verso lo stato  a cui compete la massima probabilità (stato più stabile  del sistema)  e ciò è sempre vero ogniqualvolta il numero N dei componenti del sistema è grandissimo e nel nostro caso (molecole di un …

Continua a leggere

 Roberto Renzetti 1 – COME E’ DISTRIBUITA L’ENERGIA FRA GLI ELETTRONI IN UN METALLO Abbiamo già visto, quando abbiamo trattato  della teoria dell’elettrone libero nei metalli (si veda l’articolo pubblicato nel sito), che un elettrone libero, che si trovi all’interno di un metallo, per uscirne deve possedere una certa quantità di energia, maggiore o uguale all’energia della barriera di potenziale …

Continua a leggere