Fisicamente

di Roberto Renzetti

Campionario di articoli apparsi sulla Padania quando  Berlusconi era “mafioso” e “pregiudicato”. Gli articoli sono in ordine cronologico. Alcuni titoli: 08-07-98 : Berlusconi mafioso? 11 domande al Cavaliere per negarlo – Oltre gli “anonimi” flussi finanziari, c’e’ un altro mistero da svelare  Un impero di prestanome Caro Silvio, perche’ li ha usati dal ’68 all’84? 21-07-98 : Riciclaggio: sequestrata …

Continua a leggere

http://www.societacivile.it Che cos’era il gruppo di Gelli? Che cosa fanno oggi i suoi membri?Ecco la storia della loggia e le «pagine gialle» della Propaganda 2, mentre il suo affiliato pi˜ noto punta alla presidenza del Consiglio di Gianni Barbacetto La notizia la dà il telegiornale della notte: la presidenza del Consiglio dei ministri ha deciso di …

Continua a leggere

http://www.societacivile.it/ «Per non dimenticare»: la memoria delle stragi italianee delle vittime senza verità e giustiziadi Gianni Barbacetto«Per non dimenticare». Fu lo slogan – il titolo, il grido, l’invocazione – di mille manifestazioni, cortei, incontri, ricordi, articoli, iniziative: per anni, che anniversario dopo anniversario diventavano decenni. Tutto cominciò il giorno in cui l’Italia perse l’innocenza: quel …

Continua a leggere

http://www.avvelenata.it/stragi/cronologia.html Cronologia essenziale: i fatti, i nomi, gli iter processuali 12/12/1969 Milano. Piazza Fontana: una bomba nella sede della Banca Nazionale dell’Agricoltura affollata di clienti provoca uno spaventoso massacro. 16 morti, 88 feriti. Per nascondere la matrice nera ed etichettare la strage come “rossa” viene creata ad hoc la pista anarchica: il ballerino Pietro Valpreda viene arrestato come …

Continua a leggere

http://www.strano.net/stragi/ NOTA DEGLI AUTORI I CAPITOLO Le bombe del 12 dicembre La morte di Armando Calzolari Venerdì 12 dicembre Italia 1969, un attentato ogni tre giorni  Si tirano le somme della “strategia della tensione” I profeti del 12 dicembre Riunioni segrete La confessione di Evelino Loi II CAPITOLO Gli anarchici Colpevoli, subito Perché proprio gli …

Continua a leggere