Fisicamente

di Roberto Renzetti

(MI RIPROMETTO DI RIPUBBLICARE TUTTO CON LO STESSO ORDINE DI QUESTO INDICE)

26 – LA RELATIVITÀ DA NEWTON AD EINSTEIN (CAP I). LO SPAZIO, IL TEMPO ED IL MOTO NELLA FISICA DI NEWTON. PRIME ISTANZE CRITICHE: BERKELEY E LEIBNIZ  di Roberto Renzetti (L’intera opera è stata pubblicata dall’AIF di Roma nel 1983)Un articolo propedeutico a questo è Lo spazio, il tempo ed il moto da Aristotele a Newton.

0 – Un cenno a Descartes ed a Huygens

1 – Gli aspetti salienti della meccanica di Newton

2 – Le critiche all’opera di Newton nella prima metà del ‘700

3 – G.W. Leibniz e G. Berkeley

Note

27 – LA RELATIVITÀ DA NEWTON AD EINSTEIN (CAP II). L’ILLUMINISMO ED IL TRIONFO DEL MECCANICISMO. di Roberto Renzetti

1 – Il meccanicismo nella seconda metà del ‘700

2 – L’Illuminismo

3 – Alcuni aspetti del progresso della ricerca scientifica nel XVIII secolo 

4 – Lo spazio ed il tempo

5 – Il trionfo del meccanicismo e prime istanze critiche

Note

28 – LA RELATIVITÀ DA NEWTON AD EINSTEIN (CAP III). L’OTTOCENTO: LA NASCITA DELL’ELETTROMAGNETISMO, L’OTTICA DEI CORPI IN MOVIMENTO, LA TERMODINAMICA. “CRISI” DELLA VISIONE NEWTONIANA DEL MONDO. di Roberto Renzetti

1 – Uno sguardo sull’ 800: rapporti fra scienza, tecnica, vita culturale e civile nella prima metà del secolo

2 – La nascita dell’elettromagnetismo (Schelling ed Oërsted) e tentativi di ricondurre i nuovi fenomeni all’azione a distanza 

3 – Le teorie elettrotoniche nella Germania della prima metà dell’Ottocento: Wilhelm Weber (1804 – 1890) 

4 – Critica dell’azione a distanza e formulazione dell’azione a contatto: l’opera di Faraday

5 – L’affermazione dell’azione a contatto: Maxwell, la formalizzazione dell’elettromagnetismo e la nascita della teoria elettromagnetica della luce

6 – Dalle teorie sella luce all’ottica dei corpi in movimento : ulteriori fenomeni non riconducibili alla fisica di Newton

7 – Dai problemi posti dalle macchine termiche alla scienza della termodinamica: l’energia si degrada ed il mondo e’ irreversibile

29 – LA RELATIVITÀ DA NEWTON AD EINSTEIN (CAP IV). LA RIPRESA DELLO SVILUPPO CAPITALISTICO IN CONNESSIONE CON LO SVILUPPO TECNICO – SCIENTIFICO. LA NASCITA DEI ‘QUANTI’; I LAVORI DI HERTZ, MICHELSON, LORENTZ E POINCARÉ. CRISI DELLA SPIEGAZIONE MECCANICISTICA DEL MONDO. di Roberto Renzetti

1  –  La ripresa dello sviluppo capitalistico a partire dal 1848: vicende politico-economico-sociali in connessione con lo sviluppo tecnico-scientifico

2 – Un panorama su altre scoperte scientifiche del secolo XIX.  La nascita dei quanti

3 – Alcune conseguenze sperimentali dell’opera di Maxwell: i lavori di Hertz

4 – L’ottica dei corpi in movimento. il problema dell’etere e l’esperienza di Michelson – Morley.

5 – Tentativi si conciliare la teoria con i fatti sperimentali senza rinunciare all’etere. I primi lavori di Lorentz.

6 – L’intervento di Poincaré ed ancora Lorentz.

7 – Meccanicismo e crisi della meccanica. Tentativi di costruire una meccanica su basi differenti. Hertz. La critica di Mach: l’Empiriocriticismo

8 – L’Energetismo ed Ostwald: la termodinamica alla base di una nuova fisica. Le posizioni di Duhem, di Boltzmann e Poincaré

 

 

9 – Tentativi di costruire una nuova fisica fondata sull’elettromagnetismo: Wien ed Abraham.

30  – LA RELATIVITÀ DA NEWTON AD EINSTEIN (CAP V).  LA NASCITA DELLA RELATIVITÀ DI EINSTEIN.   di Roberto Renzetti

1 – La formazione di Einstein. I suoi lavori anteriori al 1905. I lavori del 1905 sul moto browniano e sui quanti di luce

2 – Sull’elettrodinamica dei corpi in movimento (1905)

3 – La cinematica relativistica

4 – L’elettrodinamica relativistica

5 – L’inerzia di un corpo è indipendente dal suo contenuto di energia ? (1905)

Alcune osservazioni

31 – LA RELATIVITÀ DA NEWTON AD EINSTEIN (CAP VI). LA CINEMATICA E LA DINAMICA RELATIVISTICHE. di Roberto Renzetti

1 – introduzione

2 – come misurare il tempo

3 – la relatività della simultaneità

4 – la relatività del tempo

5 – la relatività delle lunghezze

6 – le trasformazioni di Lorentz

7 – la dilatazione dei tempi  e la contrazione delle lunghezze

8 – la composizione relativistica delle velocità

9 – necessità di una nuova dinamica

10 – la conservazione relativistica della quantità di moto. Nuova definizione di massa.

11 – ancora sulla massa. L’inerzia dell’energia.

12 – relazione esistente tra energia, quantità di moto e massa a riposo

13 – particelle con massa a riposo nulla.

14 – l’equazione fondamentale della dinamica relativistica

15 – le equazioni di trasformazione per la quantità di moto e l’energia

16 – le equazioni di trasformazione per la massa e per la forza

17 – alcune verifiche sperimentali

18 – la costanza della velocità della luce

19 – l’esperienza di Michelson e Morley

20 – l’esperienza di Fizeau

21 – l’aberrazione stellare

22 – l’effetto Doppler

23 – i muoni

24 – il “paradosso” dei gemelli

25 – è possibile osservare la contrazione delle lunghezze?

26 – equivalenza massa-energia

27 – un esempio di elettrodinamica relativistica

28 – Il proseguimento del programma relativistico di Einstein

32 – BIBLIOGRAFIA DI: “RELATIVITÀ DA NEWTON AD EINSTEIN” (CAP. VII)

33 – APPENDICI UTILI ALLA LETTURA DEL LAVORO SULLA RELATIVITÀ   (CAP VIII) di Roberto Renzetti

1 – campi conservativi. Circuitazione di un vettore lungo una linea chiusa. Corrente di spostamento

 

2 – flusso di un vettore attraverso una superficie.

3 – le equazioni di Maxwell.

4 – le misure della velocità della luce: Roemer, Fizeau, Foucault. L’aberrazione stellare. L’effetto Doppler classico

5 – la distribuzione delle velocità molecolari di Maxwell (angolo solido e coordinate sferiche).

6 – cenno alle fluttuazioni.

7 – cenni alle geometrie non euclidee.

8 – cenno alla teoria dei gruppi di trasformazione.

9 – la forza di Coriolis.

10 – la curva di Gauss ed alcuni integrali notevoli ad essa collegati (d’interesse anche per il lavoro su “I quanti“).

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: