Fisicamente

di Roberto Renzetti

 L’ordinaria meccanica da noi studiata è sviluppata su un sistema di riferimento supposto (è una autodefinizione) inerziale. Un sistema inerziale è un sistema in quiete rispetto a noi che osserviamo o un sistema in moto rettilineo uniforme, sempre rispetto a noi che osserviamo .              Se ci poniamo ad osservare una piattaforma ruotante, stando al di fuori di essa, avremo …

Continua a leggere

LE FLUTTUAZIONI Per parlare di fluttuazioni occorre riferirsi al significato statistico del 2° principio della termodinamica.         Dalla teoria cinetica sappiamo che la temperatura e la pressione costituiscono medie nel tempo di un gran numero di caratteristiche microscopiche di un dato gas (in particolare la temperatura di un dato gas è proporzionale all’energia cinetica delle sue molecole o, …

Continua a leggere

RÖEMER (1676) La prima misura della velocità della luce c fu eseguita da Röemer a Parigi nel 1676. II suo metodo è astronomico, nel senso che egli si servì delle eclissi di Io, uno dei satelliti di Giove. La situazione astronomica alla base dell’esperienza di Röemer è illustrata, in figura 7 (dove T1 , T2, …, sono successive posizioni …

Continua a leggere

1) P.CASINI – Filosofia e fisica da Newton a Kant – LOESCHER, 1978. 2) J.LOCKE  – Saggio sull’intelligenzaa umana – LE MONNIER, 1969. 3) R.RENZETTI – Relatività, da Aristotele a Newton – AIF-1980. 4) I.NEWTON – Opere – UTET, 1965. 5) A.KOYRE’ – Dal mondo chiuso all’universo infinito – FELTRINELLI, 1970. 6) M.JAMMER – Storia del concetto di forza – FELTRINELLI, 1971. 7) U.FORTI – Storia della scienza – DALL’OGLIO, …

Continua a leggere

Quanto abbiamo visto e discusso fino ad ora deve averci convinto che se da una parte Einstein prende le mosse dalle asimmetrie elettromagnetiche, dall’altra egli si pone sulla strada della formulazione di una nuova meccanica. Non sembra possa esserci dubbio che egli si muove sulla strada dei Kirchhoff, degli Hertz e dei Mach, più che …

Continua a leggere