Fisicamente

di Roberto Renzetti

(vai all’articolo che è in PDF su: PAGINE => DOCUMENTI)

Un’indagine di LegAmbiente a 20 anni dall’incidente 1. L’Incidente del 26 aprile 1986 E’ l’una e ventitré minuti del 26 aprile 1986 quando all’interno della centrale nucleare di Cernobyl avviene la prima esplosione che spezza i tubi di pressione liberando vapore che spinge la copertura di contenimento al di fuori del reattore. Passano solo pochi …

Continua a leggere

da http://wwwamb.casaccia.enea.it/pubblicazioni/Chernobyl.doc F. Mauro & L. Padovani, Dipartimento Ambiente, ENEA, 00060 Roma Riassunto Gli effetti biologici e sanitari dell’incidente di Chernobyl possono essere rilevati soprattutto in popolazioni di repubbliche dell’ex URSS (consistenti parti della Belarus, alcune zone dell’Ucraina e della Federazione Russa). Il quadro che emerge per quel che riguarda queste popolazioni non sembra peraltro essere …

Continua a leggere

di Jacques FROT*da: http://www.ecolo.org Il 26 aprile 1986, verso l’una del mattino, il reattore n°4 della centrale ucraina di Cernobyl, nel corso di un test a bassa potenza richiesto dall’autorità centrale di Mosca, fu soggetto ad un’escursione di potenza: in qualche secondo la stessa raggiunse valori dell’ordine di 100 volte quella nominale; poiché il fluido termovettore …

Continua a leggere

Roberto Renzetti                  Intendo ricostruire la sequenza degli eventi che hanno portato al più grande disastro del nucleare civile della storia, quello di Chernobyl. Per quanto possibile darò solo valutazioni tecniche lasciando le politiche ad altro eventuale articolo. Non entrerò neppure in cronache del terrore lasciando stime di morti, feriti, irradiati ad altri. IL 26 …

Continua a leggere